SCanci
Prontuario concernente la disciplina dei rapporti tra enti e volontari del servizio civile nazionale

Pubblichiamo il DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI4 FEBBRAIO 2009, ossia il "Prontuario concernente la disciplina dei rapporti tra enti e volontari del servizio civile nazionale(Pubblicata in Gazzetta Ufficiale serie ordinaria n. 70 del 25 marzo 2009)".

Il prontuario sostituisce la circolare 30 settembre 2004 DISCIPLINA DEI RAPPORTI TRA ENTI E VOLONTARI DEL SERVIZIO CIVILE NAZIONALE, è importantissimo prenderne visione, alcuni articoli sono stati completamente modificati e hanno valore attuativo immediato.

 

Le modifiche relative al prontuario concernente la disciplina dei rapporti tra enti e volontari del servizio civile nazionale sono le seguenti(pubblicate per articoli):



PRESENTAZIONE IN SERVIZIO

2.5.
La mancata presentazione per malattia debitamente certificata non e' considerata rinuncia;
il volontario e' considerato in servizio dalla data indicata sulla comunicazione dell'Ufficio, ha diritto alla conservazione del posto in graduatoria con l'avvertenza che i giorni di assenza per malattia saranno decurtati dal numero complessivo dei quindici previsti per i dodici mesi di servizio. Oltre i quindici giorni su indicati, la mancata presentazione equivale a rinuncia.
In tal caso, il volontario, puo' fare nuova domanda di servizio civile in uno dei bandi successivi.

2.6.
La mancata presentazione in servizio fino ad un massimo di quindici giorni oltre la data indicata sulla lettera di assegnazione puo' non essere considerata rinuncia anche in presenza di altri gravi e particolari motivi che dovranno essere tempestivamente comunicati dal volontario all'ente e da quest'ultimo valutati.
Il volontario e'considerato in servizio dalla data indicata sulla comunicazione dell'Ufficio e ha diritto alla conservazione del posto in graduatoria.
In tal caso i giorni di assenza saranno decurtati dai venti giorni di permesso spettanti durante l'anno di servizio.
L'eventuale prosecuzione dell'assenza sara' considerata rinuncia.



MALATTIE E INFORTUNI
7.4.
Spetta al volontario, durante i primi quindici giorni di malattia,l'assegno mensile per l'intero importo.
Per il periodo eccedente e per ulteriori quindici giorni di malattia, l'importo economico e' decurtato in proporzione ai giorni di assenza.
Superati questi ulteriori quindici giorni, il volontario e' escluso dalla prosecuzione del progetto.
In tal caso, il volontario, sempre che il servizio sia stato svolto per un periodo non superiore a sei mesi, potra' presentare nuova domanda di servizio civile in uno dei bandi successivi.



TUTELA DELLA MATERNITA'

8.2.
E'consentita la facolta' di astenersi dal servizio a partire dal mese precedente la data presunta del parto e nei quattro mesi successivi allo stesso (art. 20).

8.5.
Ai sensi dell'art. 17, lettera b), «condizioni di lavoro o ambientali pregiudizievoli alla salute della donna e del bambino», la maternita' anticipata e' consentita a partire da una data certa. A tal fine l'ente deve corredare la richiesta con la seguente documentazione: dichiarazione della struttura nella quale la volontaria e' impegnata nella quale sono indicate le mansioni svolte dalla volontaria con riferimento al progetto nel quale e' inserita; impossibilita'di assegnare la volontaria ad altre mansioni;certificato medico attestante l'incompatibilita' delle attivita' con lo stato di gravidanza e la data presunta del parto.



GUIDA DI AUTOMEZZI

9.1.
E'consentito al volontario porsi alla guida di automezzi appartenenti o comunque a disposizione dell'ente di assegnazione qualora previsto dal progetto di servizio civile o per l'attuazione degli interventi in esso programmati. E' consentito, inoltre, al volontario di porsi alla guida di veicoli sia di sua proprieta' che di terzi, in base ad una esplicita autorizzazione dell'ente, quando le circostanze lo rendano necessario per lo svolgimento del servizio e per l'attuazione degli interventi programmati dal progetto (in considerazione, ad esempio, dell' insufficienza dei mezzi dell'ente in considerazione del numero dei volontari e degli interventi).

Resta inteso che occorre:
- da parte degli enti una precisa programmazione delle attivita', degli orari e dei percorsi che i volontari dovranno effettuare, la specifica individuazione dell'automezzo utilizzato, l'assunzione dell'onere dei costi (relativi ad esempio alla spesa per la benzina, per i parcheggi ecc…), la massima attenzione che la guida avvenga negli orari previsti dalle attivita' programmate;

- da parte dei volontari la dichiarazione di accettazione di rendere disponibile l'auto privata nel corso dello svolgimento del servizio con le modalita' e nei limiti concordati con l'ente.

9.2.
I rischi loro derivanti dalla guida, ad esclusione di eventuali danni causati a terzi, sono coperti dalla polizza assicurativa stipulata dall'Ufficio nazionale e consegnata al volontario all'atto della presentazione in servizio.
L'ente dovra' stipulare una polizza aggiuntiva per rischi non coperti dall'assicurazione stipulata dall'Ufficio o potra' innalzare i massimali previsti dalla citata assicurazione.



PERMESSI

10.3.
I volontari possono altresi' usufruire di ulteriori permessi straordinari, da considerare come giorni di servizio prestato che non vanno decurtati dai venti giorni di permesso spettanti nell'arco dei dodici mesi di servizio, al verificarsi delle seguenti fattispecie:

- donazione di sangue: 1 giorno per ciascuna donazione (per un massimo di quattro donazioni nei dodici mesi se trattasi di ragazzi e per un massimo di due donazioni se trattasi di ragazze);

-nomina alla carica di presidente, segretario di seggio e scrutatore, nonche' di rappresentante di lista, in occasione delle consultazioni elettorali:durata dello svolgimento delle operazioni elettorali;

-esercizio del diritto di voto: 1 giorno per i volontari residenti da 50 a 300 km di distanza dal luogo di servizio;
due giorni per i volontari residenti oltre 300 km dal luogo di svolgimento del servizio;

- convocazione a comparire in udienza come testimone: un giorno.



TERMINE DEL SERVIZIO:RILASCIO ATTESTATO E CERTIFICAZIONE

12.3.
I volontari che non terminano il servizio civile (12 mesi di Servizio) e rinunciano quindi prima del termine possono richiedere all'Ufficio Nazionale una certificazione relativa al periodo di servizio svolto.


Per ulteriori informazioni in merito contattare i nostri uffici al numero 02 2531883 o via mail a gestione@gestioneserviziocivile.it.